Go to Top

Messaggio del Presidente

Cari membri della comunità SRAM,

Noi di SRAM crediamo nel potere delle biciclette. La nostra missione è di creare componenti ed esperienze che ispirino i clienti ed espandano il potenziale dell’andare in bicicletta. Sappiamo che anche voi condividete questa passione e che andare in bicicletta per voi è più di un semplice hobby: è uno stile di vita.

Nel mese di ottobre 2013, presso un percorso di guida OEM in Germania, abbiamo scoperto un problema di qualità nei nostri nuovi freni idraulici da strada. Abbiamo analizzato la causa alla base del problema e abbiamo concluso che era una parte difettosa, generata da un cambiamento di processo non autorizzato da parte di uno dei nostri fornitori di parti. Il problema ha interessato circa 4.000 dei 38.000 sistemi che avevamo prodotto fino a quel momento. Siamo stati in grado di determinare l’intervallo di date del cambiamento di processo e abbiamo bloccato la maggior parte dei prodotti prima che raggiungessero i clienti. 

Nello scorso fine settimana si è registrato un allarme di dimensioni maggiori. Sono stati rilevati diversi cedimenti dei freni in occasione di corse di ciclocross a temperature inferiori al punto di congelamento. Abbiamo esaminato questi cedimenti e abbiamo concluso che il materiale delle guarnizioni che utilizzavamo per la leva del freno perdeva le caratteristiche prestazionali in condizioni di freddo estremo. Siamo stati in grado di riprodurre la modalità di cedimento tramite alcuni test.

Venerdì 13 dicembre 2013 abbiamo deciso di avvisare rapidamente la comunità del ciclocross e il pubblico generico di interrompere l’utilizzo del prodotto e abbiamo organizzato un ritiro completo. La sicurezza era la nostra preoccupazione principale. Stiamo collaborando con la CPSC USA e con altre organizzazioni mondiali per la sicurezza dei prodotti per registrare questo come un ritiro ufficiale, rispettando le leggi e le normative locali.

Il ritiro ora è rivolto a tutti i 38.000 sistemi (l’intero lotto di produzione); con 2 sistemi per bicicletta, interessa potenzialmente 19.000 biciclette, meno i sistemi non ancora assemblati. Di queste 19.000 biciclette, stimiamo che 5.000 siano arrivate nelle mani dei consumatori. Speriamo che questo numero sia ridotto con maggiore diligenza. Il resto delle biciclette o dei sistemi si trova nei nostri magazzini o presso i dettaglianti che non li hanno ancora venduti.

Anche se i numeri sono limitati nel quadro complessivo, si tratta di biciclette di alto profilo presso rivenditori di alto profilo. È un ritiro particolarmente duro, in quanto molti clienti hanno acquistato queste biciclette con i freni idraulici come funzionalità principale e, a differenza di un ritiro, ad esempio, di ruote, non possono azionare lo sgancio rapido, mettere un altro set di ruote sulla bicicletta e tornare in pista. Il loro investimento nella loro nuova bicicletta e nel loro sport è essenzialmente vano fino a quando procureremo loro un ricambio. Il piano di sostituzione potrebbe essere un disco meccanico seguito da componenti idraulici migliorati. Questo scenario è estremamente dirompente per ciclisti, rivenditori e marchi di biciclette e naturalmente le nuove installazioni avranno le loro frustrazioni di compatibilità e saranno soggette ad errori.

Il disservizio sarà particolarmente avvertito a livello personale dai ciclisti e dai rivenditori che hanno acquistato i nostri componenti a causa della nostra tecnologia e della nostra promessa di marchio. Contavano su di noi e li abbiamo semplicemente delusi, scuotendo la loro fiducia e disturbando la loro vita in bicicletta o la loro attività. Abbiamo scelto di essere una società di alte prestazioni nello sviluppo dei prodotti. Questa scelta comporta rischi e abbiamo appena trovato un punto molto doloroso.

I marchi di biciclette, le fabbriche OEM, i rivenditori e i consumatori saranno infuriati e costernati nei confronti di SRAM. 

Continueremo ad analizzare le modalità di cedimento e svilupperemo una riprogettazione. In questo momento, non sappiamo quando il processo sarà completato. 

Guido ogni giorno una riunione della dirigenza per completare un piano di recupero e di sostituzione per il canale e i consumatori. Poiché non abbiamo un prodotto di ricambio immediato né sappiamo quando potremo tornare alla produzione del sistema idraulico, la situazione è particolarmente dirompente.

Il costo sarà elevato.

Sarà anche necessario compensare il canale per il disservizio. Non sappiamo ancora come si svolgeranno le varie fasi. Dobbiamo operare nel migliore dei modi per proteggere il nostro marchio e le nostre relazioni.

Resteremo concentrati sul miglioramento della nostra qualità e, come parte della nostra strategia, prenderemo decisioni operative assegnando priorità alla qualità dei prodotti e alla qualità del lancio. Negli ultimi anni abbiamo percorso una lunga strada e dobbiamo ancora continuare su questo percorso.

Nelle prossime settimane pubblicheremo su questo sito Web aggiornamenti tecnici e per i clienti sul ritiro. Desidero incoraggiare tutti a rivedere questo rapporto in modo da poter essere tutti aggiornati e allo stesso punto. Potrebbero esservi aggiornamenti più frequenti se lo ritenessimo utile o necessario.

A nome dei 3000 dipendenti di SRAM, sono davvero spiacente per questa situazione e faremo tutto quanto possiamo per riguadagnare la vostra fiducia, il vostro interessamento e il vostro rispetto.

Stan Day

Presidente

SRAM LLC